top of page

Infertilità Maschile: Come scoprire se si è sterile? Come faccio a sapere se sono sterile?

Infertilità Maschile: Come scoprire se si è sterile? Come faccio a sapere se sono sterile? Ne parliamo con il Dr. Fabio Castiglione Andrologo a Londra e Urologo a Londra.




Come scoprire se si è sterile?

Come scoprire se si è sterile? Come faccio a sapere se sono sterile? Sono Domande molto frequenti.


L'infertilità maschile è un argomento complicato, ma uno andrologo può offrire una varietà di opzioni di trattamento. Se tu e il tuo partner avete difficoltà a mettere su famiglia, possiamo aiutarvi.

Contattaci per una consulenza telefonica gratuita con il Dr. Fabio Castiglione Andrologo a Londra e Urologo a Londra.

Il Dottor Fabio Castiglione Urologo Italiano a Londra, Consultant alla clinica medica HolisticAndrology. Presso i centri si utilizza un approccio terapeutico basato sui più recenti studi clinici, sulle linee guida delle società scientifiche internazionali di medicina sessuale di cui il dottore Castiglione è membro della commissione.



L'INFERTILITÀ MASCHILE SI PUO' CURARE


Potresti non sapere che nel 60% dei casi un fattore maschile contribuisce all'infertilità. Ecco perché ha senso valutare l'uomo così come la donna quando una coppia sta affrontando l'infertilità.


Lo sperma impiega tre mesi per produrre e maturare e quindi ci possono essere dai quattro ai sei mesi di ritardo tra il momento in cui un uomo inizia il trattamento e quando vedrà i cambiamenti risultanti nello sperma. Poiché la valutazione della donna può richiedere anche diversi mesi, si consiglia di eseguire un'analisi completa del liquido seminale non appena la donna inizia il trattamento. Se necessario, anche il partner maschile può iniziare immediatamente il trattamento. Quando il trattamento di entrambi i partner avviene contemporaneamente, non vi è alcun ritardo aggiuntivo non necessario.


CHE COSA CAUSA L'INFERTILITÀ MASCHILE? PERCHÉ UN UOMO DIVENTA STERILE?.


Varicocele


Proprio come le persone possono avere vene varicose alle gambe, un uomo può avere vene dilatate nello scroto. Quando il sangue non drena correttamente, le vene si dilatano (o si allargano). Questo sangue in più che si accumula nello scroto, aumenta la temperatura e ha un impatto negativo sulla produzione di sperma. La buona notizia è che questa è una causa comune di infertilità maschile e può essere corretta con un intervento chirurgico ambulatoriale minore.

Il Dr. Fabio Castiglione esegue questo intervento al microscopio per preservare l'apporto arterioso e linfatico. Viene praticata un'incisione di circa un pollice sopra e lateralmente al pene (un'incisione subinguinale), evitando i muscoli addominali. Questa procedura, denominata "varicocelectomia subinguinale microscopica", significa meno dolore postoperatorio per il paziente.


Anomalie del liquido seminale


Lo sperma può essere molto viscoso (denso), rendendo difficile il passaggio dello sperma nel tratto riproduttivo della donna. Si può tentare di "lavare lo sperma", separando lo sperma in movimento dallo sperma morto e dai detriti circostanti, elaborarlo e posizionarlo direttamente nell'utero con un tubicino. Questa è chiamata inseminazione intrauterina (IUI).


Problemi del sistema duttale


Ci possono essere una serie di problemi con i dotti che trasportano lo sperma. Un uomo può nascere senza dotti su uno o entrambi i lati del dotto deferente, può esserci un'ostruzione nel punto in cui la delicata struttura tubolare drena i testicoli, oppure può esserci un'ostruzione più in alto nei dotti deferenti più muscolari. Inoltre, un uomo può avere blocchi che si verificano a causa di una riparazione di un'ernia o di un idrocele o da tessuto cicatriziale a causa di un'infezione.

Lo sperma deve viaggiare attraverso i dotti eiaculatori mentre vanno dalle vescicole seminali all'uretra. Se questi dotti sono bloccati, lo sperma non può passare.

La prima opzione di trattamento è riparare o sbloccare i dotti. Se ciò non è possibile, lo sperma può essere raccolto (rimosso da un medico) per l'inseminazione. Quando viene raccolto lo sperma, i si possono raccogliere solo pochi spermatozoi, quindi questa procedura deve essere utilizzata insieme a tecniche riproduttive avanzate per tentare una gravidanza.


Infertilità immunologica

È possibile che un uomo sviluppi anticorpi contro il proprio sperma. Ciò può verificarsi a causa di trauma testicolare, infezione testicolare, grande varicocele o chirurgia testicolare. A volte, ci sono ragioni inspiegabili per questo evento.



Gli anticorpi hanno un effetto negativo sulla fertilità, ma il motivo non è chiaro. Molto probabilmente, gli anticorpi fanno sì che lo sperma abbia difficoltà a penetrare nel muco cervicale del partner e a raggiungere l'utero. Può diventare più difficile per lo sperma legarsi con la membrana esterna, il guscio, dell'uovo, o fondersi con gli ovuli stessi.


Gli anticorpi nello sperma possono essere trattati? Sì, ma quel trattamento è controverso e gli effetti collaterali problematici. Per evitare complicati effetti collaterali, spesso il primo livello di trattamento è l'inseminazione intrauterina. Se la coppia sta pianificando la fecondazione in vitro (FIV) e gli anticorpi sono presenti, lo sperma può essere iniettato direttamente nell'ovulo (ICSI) invece di utilizzare la procedura convenzionale di fecondazione in vitro che può essere influenzata dagli anticorpi.


Difficoltà nell’ ottenere una erezione o l’ eiaculazione


In circa il cinque per cento delle coppie con infertilità il problema è in parte dovuto a difficoltà legate al rapporto sessuale. Ciò include l'incapacità di ottenere o mantenere un'erezione, l'eiaculazione precoce, la mancanza di eiaculazione, l'eiaculazione retrograda (o all'indietro), la mancanza di un momento appropriato del rapporto sessuale e la masturbazione eccessiva. Molti uomini possono avere difficoltà con l'erezione sotto la pressione psicologica dovuta al tentativo di raggiungere il concepimento. È interessante notare che il problema più comune è la scarsa frequenza dei rapporti. Gli studi hanno dimostrato che cinque su sei coppie precedentemente fertili che hanno rapporti sessuali quattro volte alla settimana concepiranno per sei mesi, mentre solo una su sei concepirà se hanno rapporti una volta alla settimana durante lo stesso periodo. Nella maggior parte di queste situazioni il problema può essere risolto quando queste coppie imparano la tecnica dell'autoinseminazione.


Insufficienza testicolare


Quando la parte dei testicoli che produce sperma non può produrre un numero adeguato di spermatozoi maturi, si parla di insufficienza testicolare. Può accadere per una serie di ragioni: il testicolo può non avere le cellule necessarie per dividersi e diventare spermatozoo, lo sperma non può completare il suo sviluppo o ci sono troppo pochi spermatozoi per viaggiare attraverso i dotti nel liquido eiaculato. Anomalie genetiche, fattori ormonali o varicocele, le vene nello scroto, possono causare questa situazione.


La buona notizia è che anche se i tuoi testicoli producono pochissimo sperma, lo sperma può essere raccolto e, usando tecniche riproduttive avanzate, si può tentare una gravidanza. Abbiamo visto il successo.


Criptorchidismo


Il criptorchidismo, una condizione in cui un bambino nasce senza che i testicoli scendano completamente nello scroto, è una possibile causa di insufficienza testicolare. I testicoli sono molto sensibili alla temperatura e se non scendono nello scroto prima dell'adolescenza il calore del corpo impedirà loro di produrre sperma. Avranno anche un più alto tasso di malignità. L'attuale raccomandazione è che a circa un anno di età, se i testicoli non sono scesi da soli, questo viene corretto chirurgicamente.

Il criptorchidismo può essere un fattore di infertilità maschile. Il 19% degli uomini con un testicolo in questa condizione avrà problemi di fertilità. Il 50% degli uomini con criptorchidismo in entrambi i testicoli avrà una fertilità normale. Ciò può essere dovuto a qualcosa inerente ai testicoli che li ha resi incapaci di scendere o al danno causato dal non far cadere i testicoli in tempo.


Farmaci



Anche i farmaci abbastanza comuni possono avere un effetto negativo sulla produzione e/o sulla funzione dello sperma. Alcuni di questi includono:


Ketoconazolo (un antimicotico)

Sulfasalazina (per la malattia infiammatoria intestinale)

Spironolattone (un anti-ipertensivo)

Calcio-antagonisti (antipertensivi)

Allopurinolo, Colchicina (per la gotta)

Antibiotici: nitrofurano, eritromicina, gentamicina

Metotrexato (cancro, psoriasi, artrite)

Cimetidina (per ulcera o reflusso)


I seguenti farmaci possono causare disfunzione eiaculatoria:


Antipsicotici: Clorpromazina, Aloperidolo, Tioridazina

Antidepressivi: Amitripltilina, Imipramina, Fluoxetina (Prozac), Paroxetina (Paxil), Sertralina (Zoloft)

Antipertensivi: guanetidina, prazosina, fenoxibenzamina, fentolamina, reserpina, tazidi


Anomalie ormonali


I testicoli hanno bisogno di ormoni ipofisari per stimolarli a produrre sperma. Se questi ormoni sono assenti o gravemente diminuiti, i testicoli non possono produrre sperma alla massima capacità. È importante notare che gli uomini che assumono androgeni (steroidi) per il body building, per via orale o per iniezione, interrompono la produzione di ormoni per la produzione di sperma.


Se sei un maschio con problemi di infertilità è importante eseguire esami del sangue per capire il tuo profilo ormonale. Un profilo ormonale escluderà alcune gravi condizioni mediche, fornirà maggiori informazioni sulla capacità dei testicoli di produrre sperma e informerà il medico sulla possibilità di un futuro trattamento ormonale.


Infezioni


Gli uomini possono avere infezioni del tratto riproduttivo. Questi possono includere infezioni della prostata (prostatite), dell'epididimo (epididimite) o dei testicoli (orchite).


Dopo la pubertà, in rari casi, i virus possono provocare infertilità assoluta e irreversibile. Infezioni batteriche o malattie sessualmente trasmissibili possono causare blocchi dei dotti spermatici. In questi casi, la produzione di spermatozoi può essere normale ma i dotti che li trasportano sono ostruiti.


Anche le infezioni batteriche o virali attive possono avere un effetto negativo sulla produzione o sulla funzione dello sperma. I globuli bianchi, la risposta del corpo alle infezioni, possono anche avere un effetto negativo sulle membrane degli spermatozoi, rendendole meno sostanziose.


Quando si riscontrano globuli bianchi in eccesso (più di un milione/cc) in un campione di sperma, si consiglia di eseguire colture sul campione. Queste colture includono test per malattie comunemente asintomatiche a trasmissione sessuale: micoplasma, ureaplasma e Clamidia. Inoltre, di solito viene presa una cultura genitale generale. Se l'infezione e i globuli bianchi sono persistenti, possono essere presi in considerazione gli antibiotici.


L'eiaculato non è sterile e la maggior parte degli uomini risulterà positiva per due organismi. Ecco perché è importante essere giudiziosi nel trattare gli organismi non a trasmissione sessuale presenti nelle culture.


Anomalie genetiche


Questa è un'area di ricerca attiva. A questo punto si raccomanda che tutti gli uomini ricevano test genetici di base, misurando il numero di cromosomi e osservando i blocchi di materiale genetico. A volte viene suggerito lo screening per i geni che possono causare la fibrosi cistica. Esistono test per specifiche anomalie genetiche sui cromosomi maschili che possono causare azoospermia. Se un figlio dovesse ereditare questo, potrebbe avere lo stesso problema.


L'infertilità maschile

Fattori dello stile di vita


Fumare


Il fumo di sigaretta influisce in modo significativo sulla qualità dello sperma. Un fumatore abituale ha una diminuzione del 23% della densità degli spermatozoi (concentrazione) e una diminuzione del 13% della motilità degli spermatozoi (capacità di muoversi). In misura minore, il fumo provoca tossicità al liquido eiaculato con lo sperma (plasma seminale). E quando lo sperma di non fumatori è stato posto nel plasma seminale (ormonale) dei fumatori, lo sperma è stato influenzato negativamente (aveva significativamente ridotta vitalità).


fumo - L'infertilità maschile

Il fumo colpisce l'asse ipotalamo-ipofisi-gonadotropo, interessando più comunemente i livelli di estrogeni. Altri problemi sono la disfunzione secretoria nelle cellule di Leydig, che si trovano nei testicoli e producono testosterone. La cosa più preoccupante è che ci sono prove che suggeriscono che il fumo paterno può anche essere associato ad anomalie congenite e cancro infantile, sebbene il rischio relativo nella maggior parte degli studi sia inferiore a due.


Droghe ricreative


Marijuana

La marijuana spesso causa una diminuzione del numero medio di spermatozoi, un cambiamento nel movimento degli spermatozoi (motilità) e dimensioni e forma compromesse (morfologia normale). Colpisce l'asse ormonale (HPG), causando una diminuzione del testosterone plasmatico. Può anche avere un effetto negativo diretto sulle cellule di Leydig.


Cocaina

Anche l'uso poco frequente di cocaina causa una diminuzione del numero di spermatozoi, della motilità e della normale morfologia. Questi effetti possono essere riscontrati negli uomini che hanno fatto uso di cocaina nei due anni precedenti la loro analisi iniziale dello sperma. La cocaina riduce anche la capacità degli spermatozoi di penetrare nel muco cervicale, rendendo difficile l'ingresso nell'utero.


Steroidi anabolizzanti (ormoni maschili)

L'uso di steroidi androgeni anabolizzanti ha raggiunto proporzioni quasi epidemiche. Quasi il 7% degli uomini di 12° grado li usa o li ha usati per costruire massa muscolare e migliorare le prestazioni atletiche. Questi ormoni maschili sopprimono la normale produzione di testosterone. Questo riduce il livello di testosterone intratesticolare. Ciò può causare una spermatogenesi gravemente ridotta o una completa assenza di spermatozoi (azoospermia). Questi steroidi causano una depressione persistente dell'ipotalamo e dell'ipofisi, che può essere irreversibile anche quando gli steroidi vengono sospesi.


Alcol

L'uso moderato di alcol non influisce sulla fertilità maschile. Tuttavia, l'uso eccessivo di alcol influisce sull'asse ormonale e influisce negativamente sulle gonadi. Può causare disfunzioni epatiche associate e carenze nutrizionali, che sono anche dannose per la produzione di sperma.


Lubrificanti

La maggior parte dei lubrificanti vaginali, tra cui K-Y Jelly, Surgilube e Lubifax, sono tossici per lo sperma. Le coppie dovrebbero evitare il loro uso quando cercano di ottenere una gravidanza. Ci sono lubrificanti che sono specificamente formulati per l'uso quando si cerca di concepire.



COME SCOPRIRE SE SI È STERILE? COME FACCIO A SAPERE SE SONO STERILE?

TEST DI INFERTILITÀ MASCHILE


Il primo passo è sicuramente una valutazione da parte dell’andrologo. Successivamente è necessaria, nella valutazione di ogni uomo, l'analisi del seme. L'analisi del seme permette di identificare i problemi da affrontare per massimizzare la qualità del seme dell'uomo. Ciò può ridurre la necessità di interventi più complicati per la partner femminile. Ci consentirà inoltre di escludere problemi medici significativi che possono contribuire a risultati di analisi scadenti.


Analisi del seme: Cosa è?

Lo sperma è il fluido che un uomo eiacula. Viene prodotto in diversi siti del corpo. Lo sperma all'interno del seme sono le cellule che effettivamente fecondano l'uovo. Sebbene sia molto importante valutare lo sperma, rappresentano solo dall'1% al 2% del volume dello sperma. I problemi con il fluido circostante possono anche interferire con il movimento e la funzione dello sperma. Pertanto, sia lo sperma che il fluido devono essere testati.


spermiogramma

Non esiste un numero specifico e magico di spermatozoi nell'analisi del seme di uomini di cui partner rimarranno incinti. I partner di alcuni uomini con un'analisi del seme molto scarsa possono concepire facilmente. I partner di alcuni uomini con un'eccellente analisi dello sperma possono incontrare difficoltà. Tuttavia, gli uomini con buoni risultati dell'analisi dello sperma, come gruppo, concepiranno a tassi significativamente più alti rispetto a quelli con risultati dell'analisi del seme scarsi. L'analisi del seme aiuterà a determinare se c'è un fattore maschile coinvolto nella sub-fertilità della coppia. In questi casi, raccomanderemo una valutazione. Ci sono alcuni risultati dell'analisi del seme che suggeriscono problemi potenziali specifici. Ad esempio, un aumento della conta dei globuli bianchi può indicare un'infezione o un'infiammazione. Tuttavia, altre anomalie in molti dei parametri principali non sono specifiche. Ad esempio, ci sono diverse cause per una diminuzione del numero di spermatozoi o una diminuzione del movimento degli spermatozoi. Alcune di queste cause hanno altre gravi implicazioni mediche, altre no. Una valutazione approfondita aiuta a determinare la causa di un'analisi dello sperma anormale.


Test standard di analisi dello sperma: Come si legge uno spermiogramma?

Quasi tutti i laboratori effettueranno test e riferiranno sulle seguenti informazioni, utilizzando i valori stabiliti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità:


Concentrazione (a volte indicata come conteggio): questa è una misura di quanti milioni di spermatozoi ci sono in ogni millilitro di liquido. Esistono varie tecniche per ottenere questo numero. Alcuni si dimostrano più precisi di altri. La concentrazione media di spermatozoi è superiore a 60 milioni per millilitro (>60 milioni/cc). I conteggi inferiori a 20 milioni per millilitro (<20 milioni/cc) sono considerati subfertili.

Motilità (a volte indicata come mobilità): descrive la percentuale di spermatozoi che si muovono. Il cinquanta percento o più dello sperma dovrebbe essere in movimento.

Morfologia: descrive la forma dello sperma. Gli spermatozoi vengono esaminati al microscopio e devono soddisfare una serie di criteri specifici per diverse caratteristiche dello sperma per essere considerati normali. La maggior parte dei laboratori commerciali riporterà la morfologia dell'OMS (usare il criterio dell'Organizzazione mondiale della sanità). Il 30% dello sperma dovrebbe essere normale secondo questi criteri.

Volume: Questa è una misura del volume dell'eiaculato. Normale è due millilitri (due cc) o più. Il volume può essere basso se un uomo è ansioso durante la produzione di un campione, se l'intero campione non viene raccolto nel contenitore di raccolta o se sono presenti anomalie ormonali o blocchi duttali.

Conteggio totale dei mobili: questo è il numero di spermatozoi in movimento nell'intero eiaculato. Si calcola moltiplicando il volume (cc) per la concentrazione (milioni di spermatozoi/cc) per la motilità (percentuale di movimento). Ci dovrebbero essere più di 40 milioni di spermatozoi mobili nell'eiaculato.

Test del liquido seminale standard: devono essere misurati anche il colore, la viscosità (quanto è denso lo sperma) e il tempo fino alla liquefazione del campione. Anomalie nel liquido seminale possono influenzare negativamente lo sperma. Ad esempio, se lo sperma è molto denso, potrebbe essere difficile per lo sperma passare attraverso di esso e nel tratto riproduttivo della donna.


Ulteriori test di analisi dello sperma


Progressione in avanti: descrive quanto bene gli spermatozoi che si stanno muovendo stanno facendo progressi. Solo quando la motilità (movimento percentuale) è combinata con la progressione in avanti si ottiene un'immagine accurata del movimento degli spermatozoi. Sfortunatamente, questo spesso non viene testato dai laboratori commerciali. La motilità di un uomo può essere normale e il fatto che lo sperma si muova lentamente o quasi non sarà trascurato se la progressione in avanti non viene registrata separatamente.


Morfologia Kruger: questa è una valutazione più dettagliata della morfologia. I vetrini vengono appositamente colorati e lo sperma viene esaminato al microscopio con un elevato ingrandimento. Lo sperma deve soddisfare una serie rigorosa di criteri che valutano la forma e le dimensioni della testa, della parte centrale e della coda per essere considerato normale. Un test Kruger aiuta a determinare quale delle tecniche riproduttive avanzate disponibili può essere più appropriata e di successo.


Anticorpi anti-spermatozoi: Alcuni uomini possono produrre anticorpi contro il proprio sperma. Questi anticorpi possono ridurre i tassi di fertilità in diversi modi. Possono impedire il movimento dello sperma attraverso il muco cervicale di una donna, inibire il legame di uno spermatozoo all'uovo e/o inibire la sua penetrazione nell'uovo. Gli uomini più a rischio di sviluppare anticorpi sono quelli con precedenti infezioni testicolari ed epididimali, traumi, interventi chirurgici o varicocele di grandi dimensioni. La presenza di questi anticorpi spesso non è prevedibile da altri parametri seminali o dalla storia dell'uomo.


Globuli bianchi: lo sperma può contenere un numero elevato di globuli bianchi, che può essere un'indicazione di infezione o infiammazione. I globuli bianchi sono considerati significativi se ne vengono trovati più di un milione in ogni millilitro di liquido seminale.

I globuli bianchi non possono essere differenziati da altre cellule rotonde normalmente presenti nel seme (detriti e sperma immaturo) senza una colorazione speciale. Se nell'eiaculato si trovano più di un milione di cellule rotonde, una parte dell'eiaculato deve essere appositamente colorata per cercare un numero maggiore di globuli bianchi.

Se la conta dei globuli bianchi è elevata, è necessario eseguire colture seminali su un campione successivo. Sfortunatamente, la coltura del seme non può essere eseguita sul campione originale in quanto deve essere il primo passaggio eseguito sul campione per mantenerlo sterile.


Altri test


In determinate situazioni, sono necessari test specializzati. Questi dipendono dai risultati al momento dell'analisi e spesso possono essere eseguiti su quel campione.


Campione centrifugato: anche se non si vedono spermatozoi sul vetrino del test, il numero di spermatozoi potrebbe non essere ancora zero (potrebbe esserci un numero molto basso di spermatozoi nell'eiaculato). Ciò ha implicazioni molto importanti in quanto può determinare se la coppia può concepire utilizzando tecniche riproduttive avanzate. Questo deve essere valutato ruotando il campione in modo che tutti gli spermatozoi siano concentrati in un pellet sul fondo della provetta e quindi esaminando il pellet al microscopio.


Vitalità: lo sperma può essere vivo, ma non in movimento. Una tecnica di colorazione specializzata viene utilizzata per determinare quale percentuale di spermatozoi è viva ed è indicata quando la motilità (percentuale in movimento) è inferiore al trenta percento.

Fruttosio: negli uomini senza sperma o con un numero molto basso di spermatozoi nell'eiaculato, è importante determinare se lo sperma non viene prodotto affatto o se viene prodotto ma è bloccato dall'"entrare" nello sperma. Un test del fruttosio può aiutare a distinguere tra questi due problemi.

Analisi delle urine post-eiaculatoria (PEU): alcuni uomini eiaculano tutto o parte dello sperma all'indietro nella vescica. Questo può essere rilevato facendo eiaculare un uomo e immediatamente dopo urinando in una tazza separata. L'urina post-eiaculatoria viene quindi centrifugata per vedere se sono presenti spermatozoi.


La frammentazione del DNA spermatico, così come indica il suo nome, si riferisce a rotture o lesioni del materiale genetico dello spermatozoo. A maggior numero di lesioni corrisponde una minore integrità del materiale genetico e delle probabilità di generare una gravidanza a termine. Esistono vari metodi per determinare i livelli di frammentazione. Nel nostro centro usiamo il test di TUNEL, che è il test raccomandato dai leader di opinione nell’analisi di frammentazione del DNA.


OPZIONI DI TRATTAMENTO PER INFERTILITÀ MASCHILE


Lo scopo di tutti questi test è arrivare a un piano di trattamento che possa migliorare la tua fertilità. Più del 50% degli uomini avrà una causa curabile di infertilità maschile. Questi fattori includono varicocele (vene dilatate nello scroto), infezioni, anomalie ormonali, anomalie nel liquido seminale, blocchi duttali e difficoltà di erezione ed eiaculazione. Quando queste condizioni vengono trattate, tramite farmaci (ormoni o antibiotici) o interventi chirurgici (varicocelectomia, ricostruzione vasale, riparazione di un dotto eiaculatorio bloccato), un uomo vedrà spesso un miglioramento significativo nella sua analisi del seme.


Se lo specialista crede che lo sperma possa effettivamente esistere, anche dopo che la produzione di sperma è stata massimizzata ma non può ancora essere trovato nell'eiaculato, può suggerire una delle seguenti tecniche avanzate:


Ricerca estesa dello sperma e microcongelamento (ESSM)


Nel 44% dei casi in cui non è stato trovato lo sperma, questa tecnica può essere in grado di trovare anche un singolo spermatozoo attraverso tecniche di elaborazione avanzate. Questi spermatozoi possono quindi essere utilizzati nella fecondazione in vitro (IVF) con inserimento intracitoplasmatico di spermatozoi (ICSI). ESSM coinvolge un andrologo appositamente addestrato che elabora il campione, quindi lo divide in quantità minime. Quindi trascorrono più ore a guardare attraverso l'intero campione di sperma alla ricerca di spermatozoi in movimento. Se vengono trovati spermatozoi, vengono posti su un dispositivo specializzato e congelati in una minuscola quantità di liquido in modo che possano essere facilmente trovati quando necessario per l'inserimento in un uovo.


Mappatura dello sperma


In quei casi in cui sono stati tentati interventi appropriati e dove l'ESSM non ha localizzato lo sperma nell'eiaculato, potrebbe esserci la possibilità di raccogliere lo sperma direttamente dai testicoli. Nel 43-68% degli uomini azoospermici può esserci un piccolo numero di spermatozoi, che sono stati prodotti nel testicolo, ma esistono in quantità così piccole da non raggiungere il seme. Una procedura interna chiamata Sperm Mapping può determinare se ci sono aree che producono sperma nei testicoli e dove si trovano. Se si trovano spermatozoi sulla mappatura degli spermatozoi, la coppia può procedere con la fecondazione in vitro e una procedura di recupero dello sperma aperta, chiamata micro-TESE (Testicular Sperm Extraction).




Come scoprire se si è sterile? Come faccio a sapere se sono sterile? Speriamo di aver risposto a queste domande

L’infertilità maschile è una condizione che necessita la massima attenzione da parte di uno specialista. Come abbiamo accennato in questo articolo, cause e soluzioni dipendono molto dalla causa. E’ quindi importante stabilire con certezza la causa del disturbo, e porvi rimedio. Speriamo di essere riusciti a dare una panoramica generale sull’argomento ma se così non fosse, o se avete altre domande sull’argomento, prenotate una visita con il Dottor Fabio Castiglione Urologo Italiano a Londra.



597 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page